Conquistare la modalità Conquest: il Racconto di un Torneo.

Tradotto da Hivemindless.

Conquest è da tempo la modalità prescelta dalla scena competitiva di Hearthstone, può però essere scoraggiante per i giocatori meno esperti che vorrebbero arrivare a giocare a questi livelli. Come introduzione alla modalità conquest vi darò le dritte principali per arrivare ben preparati al torneo e successivamente, per darvi un’idea di come funziona in pratica un torneo di questo tipo, vi racconterò come sono arrivato in semifinale al Medieval Wednesday, un torneo da 256 persone, che mi ha permesso di guadagnare un punto HWC. Siete pronti? Cominciamo!

Conquest è facile: ti fai un’idea del meta e scegli i mazzi per counterarlo, giusto? Dato che il vostro avversario deve vincere con ogni classe, fintantochè lui ha portato i mazzi che avete nel mirino, non potete mai perdere. Sì… in realtà non è così. Ci sono due grossi problemi dietro a questo ragionamento.

Quanto è efficace questa strategia? Mediamente un matchup favorevole si traduce in un 60% di vincere, è raro che la percentuale sia significativamente più alta. Sono pochissimi i matchup che si attestano attorno all’80%, Control Warrior contro Freeze Mage ne è un esempio. Assemblare dei mazzi che hanno una winrate del 60% circa bersagliando un deck specifico significa fare i salti mortali scegliendo mazzi strani che con molta probabilità non saranno buoni contro il resto dei mazzi che affronterete. E il peggio deve ancora venire. Immagina di aver scelto una lineup che ha mediamente una winrate del 65% contro Secret Paladin. La percentuale che Secret Paladin riesca a vincere almeno una partita contro la tua formazione è del 72.5% (1-0.65^3). Questa è la dimostrazione matematica che sacrificare punti percentuali contro il resto dei mazzi per bersagliare un singolo deck non ne vale assolutamente la pena.

Quanto è facile predire il meta? E’ necessario tenere a mente che la gente è sempre imprevedibile per quanto riguarda la scelta dei mazzi. Anche i giocatori migliori porteranno mazzi strani a un torneo. A volte i giocatori non sono eccellenti piloti dei migliori mazzi e preferiscono portare quelli che sanno giocare meglio.
A volte la gente pensa che tutti porteranno i migliori deck in circolazione e cercheranno di counterarli, mentre altre volte penseranno a qualcosa come: “Secret Paladin è un mazzo ignorante che non premia la skill, e quindi non lo porterò”. Ho giocato contro un Fatigue Mage con i Coldlight Oracle nelle semifinali di un torneo con 300$ in palio. Sono stato a mia volta il giocatore che, portando un Faceless Manipulator Combolock, è arrivato secondo al Tuesday Night Hype. Non si può mai sapere.

Il Mito del Meta

NOTA: Questa sezione parla solo dei tornei Conquest senza ban perchè giocare con i ban vuol dire fronteggiare un field significativamente differente.

Ci sono due grandi scuole di pensiero per quanto riguarda la scelta dei mazzi da portare a un conquest: scegli i migliori deck del formato o scegli i deck stanno meglio contro i primi.

Il primo approccio è sicuramente sensato. I migliori mazzi lo sono per un motivo: riescono a portare a termine il loro piano in maniera efficente e sono resilienti al piano dei mazzi avversari. Se porti una lineup anti-Druido, ci sarà sempre una buona probabilità di perdere dal classico Dr.Boom di quarto turno o dalla combo al settimo. Inoltre, riuscire a predire il meta è pressochè impossibile e sicuramente vi farà venire il mal di testa ancora prima di iniziare il torneo. L’esempio più significativo di questa scuola di pensiero, prima del nerf di Warsong Commander, era portare il trittico Patron Warrior, Handlock e Druido e cercare semplicemente di giocare meglio dei tuoi avversari.

Aspetta, ma non abbiamo già parlato di quanto è sbagliato cercare di bersagliare mazzi? Come mai torniamo a parlare di quello? Ebbene, se davvero volete cercare di essere un passo avanti agli altri e cercare di bersagliare dei mazzi in particolare, ci sono modi più intelligenti di quello descritto prima.
Puoi cercare di bersagliare un mazzo giocando dei mazzi tier 1. In questo modo, anche se nella formazione avversaria non troverete il mazzo prescelto, starete comunque giocando dei mazzi solidi.
Ancora meglio, potreste portare una lineup che bersaglia più mazzi, o addirittura un archetipo in particolare, per esempio i mazzi midrange. La chiave di tutto sta nel non portare mazzi sospetti e, questo è decisamente importante, non giocate mazzi che sapete vagamente giocare solo perchè completano la vostra lineup. Davvero, non ne vale la pena. Se non conoscete tutta la lineup come le vostre tasche, meglio che portiate semplicemente i tre mazzi che sapete giocare meglio.

Meno Parole e Più Fatti, Grazie!

Perfetto, è tempo di mettere in pratica ciò che ho detto. Il Medieval Wednesday consisteva in un Bo3 senza ban, e bisognava portare 3 mazzi. Cosa ho portato al torneo?

Dreadscale Secret Paladin Small Zoo

Non vi avevo appena avvertito di non portare mazzi sospetti, non tier 1 a un torneo? Beh, ma io penso che Midrange Hunter sia un tier 1. Lasciando perdere per un secondo le mie illusioni, questa è la ragione per la quale ho portato questa formazione: tutti e tre questi mazzi hanno delle buone percentuali di vittoria contro Secret Paladin e Druid, e in ogni caso, sono solidi. L’anello debole di questa catena è rappresentato dal matchup di Zoo contro Paladin perchè non è favorito come vorrei. Questo spiega come mai non ho mai fatto una partita con Zoo in tutto il torneo.

Perchè mai portare Secret Paladin se il mio piano era quello di vincere contro gli altri Secret Paladin? Ebbene, per farla breve, penso di fare meno fatica a batterli giocando io stesso Secret Paladin con la tech Aldor Peacekeeper piuttosto che giocando altri mazzi. Sì, Secret Paladin è talmente forte che uno dei modi migliori per batterlo è utilizzare una versione leggermente modificata dello stesso. Aldor Peacekeeper è un’ottima tech anche negli altri matchup che avevo deciso di bersagliare: Midrange Druid. Se siete interessati ad approfondire il motivo per il quale Dreadscale Hunter è una buona scelta contro Secret Paladin e Midrange Hunter, date un occhio qui.

Il Field che ho Incontrato

5 Paladini 5 Warrior 3 Priest 2 Druid 2 Warlock 1 Mage
3 Secret Paladin  1 Patron 3 Control Priest 2 Midrange Druid 2 Sconosciuto 1 Freeze Mage
1 Murlocadin  1 Coldlight Oracle Fatigue
1 Sconosciuto 3 Sconosciuto

Come potete vedere, le mie aspettative di un field straripante di Druidi e Paladini erano sbagliate.

I Replay

Dato che non abbiamo una funzione di replay nel gioco, posso offrirvi la cosa che più si avvicina: i replay di Hearthstone Deck Tracker. Se cliccate qui potete scaricare i file, metterli nella cartella dei replay così da poter vedere la sequenza delle giocate dal vostro tracker.
https://mega.nz/#F!9IwHgR5b!Rp4I4Sl_35sn8y-h7pQE2A

Primo Round vs Molegel

Lineup: Warrior Paladin Priest

Prima Partita Hunter vs Murlocadin
Inizio con la più classica delle aperture: turno 2 Huffer, turno 3 Huffer, l’avversario pulisce con Consecration. Entrambi avevamo delle buone mani, con io che bersaglio il suo Sludge Belcher con Hunter's Mark e lui che mi rimpicciolisce il Savannah Highmane con Aldor Peacekeeper. E’ riuscito a tirare fino al turno 13 con 2 Antique Healbot, 2 Doomsayer e una Lay on Hands quando Anyfin Can Happen ha sigillato la partita.

Seconda Partita Hunter vs Control Priest
I dettagli di questa partita sono confusi ma a dispetto del suo Entomb sul mio Savannah Highmane, sono riuscito a bruciarlo attorno al turno 15.

Terza Partita Secret Paladin vs Control Priest
Ha sbagliato all’inizio credendo che il mio segreto non fosse una Redemption, attaccandomi con il suo Museum Curator prima di rendersi conto che il mio Knife Juggler era sopravvissuto alla sua Shadow Word: Pain. Ho risposto al suo Deathlord con Blessing of Kings, curvato al turno 5 con Sludge Belcher giusto per aprire la strada al drop a 6 favorito da tutti. La sua Lightbomb non è riuscita a pulire il board e nel giro di poco ho portato a casa la vittoria.

Secondo Round vs Sleepless

Lineup: Paladin Warrior Druid

Prima Partita Hunter vs Secret Paladin
Partenza forte con Secretkeeper protetto da Noble Sacrifice, ma i miei minion e le mie armi mi hanno permesso di mantenere il board control. Ha risposto al mio Unleash the Hounds con Knife Juggler + Muster for Battle ma il secondo Unleash the Hounds mi ha riportato avanti. Al turno 6 invece del Mysterious Challenger è sceso Piloted Shredder. Io, di tutta risposta, ho messo Dr. Boom e portato a casa la partita.

Seconda Partita Paladin vs Midrange Druid
Il mio Knife Juggler al turno 1 ha incontrato il suo Piloted Shredder al turno 2 e da quest’ultimo è uscito Lorewalker Cho. Successivamente ha messo Ancient of Lore al turno 5 e Emperor Thaurissan al turno 6, ma Aldor Peacekeeper e Keeper of Uldaman mi hanno permesso di rimanere in gioco. Il suo Keeper of the Grove è arrivato al turno 7 e non è riuscito a gestire il mio Tirion Fordring coperto da Lorewalker Cho.

Terzo Round vs PhilWasTaken

Lineup: Warrior Paladin Warlock
Ha uploadato uno screenshot con diverse liste di Warrior e Warlock e si è beccato un game loss. Non è una cosa bellissima, ma una vittora è sempre una vittoria.

Seconda Partita Hunter vs Fatigue Warrior
Tutto sembrava normale fino al turno 3 quando l’avversario ha messo Brann Bronzebeard. Due turni dopo, quando Coldlight Oracle si è presentato sul board, le cose hanno cominciato ad avere un significato. Alla fine è saltato fuori che fare pescare un Hunter non è la migliore delle idee.

Quarto Round vs TimeToFight

Lineup: Paladin Druid Priest

Prima Partita Hunter vs Control Priest
Sono partito forte i primi turni, mentre lui ha solo fatto potere eroe oltre a Shadow Word: Pain. E’ riuscito però a ribaltare la partita con Cabal Shadow Priest di turno 5, Sludge Belcher al sesto, per finire con Lightbomb che ha pulito il mio board popolato da Dr. Boom. Fortunatamente, nei successivi 4 turni sono riuscito a giocare un Haunted Creeper e abbastanza spari per ucciderlo prima che potesse curarsi fuori dalla mia portata.

Seconda Partita Secret Paladin vs Druid
Apro con Redemption seguito da Shielded Minibot, mentre lui fa coin Darnassus Aspirant. Inspiegabilmente, al turno successivo decide di fare potere eroe per far saltare lo scudo divino e uccidere con Darnassus Aspirant il mio minion che torna prontamente in gioco. Nei turni successivi gioca il primo Keeper of the Grove su un minion buffato da Blessing of Kings mentre il mio Aldor Peacekeeper somministra una dose di umiltà al suo Ancient of War giocato al turno 5. Qui arriva il momento cruciale della partita: l’avversario decide di giocare il suo secondo Keeper of the Grove per silenziare il proprio Ancient of War. Senza più possibilità di silenziare, Tirion Fordring seguito da Mysterious Challenger dimostrano che forse la sua non è stata proprio la giocata più bella della giornata.

Quinto Round vs Bellizin

Lineup: Paladin Warrior Warlock

Prima Partita Hunter vs Secret Paladin
Grazie a una combinazione di minion a basso costo e Eaglehorn Bow riesco a mantenere il controllo del board. Lui fa un solitario Mysterious Challenger a turno sei, io rispondo con il mio Savannah Highmane. A dispetto del suo Coghammer che il turno dopo ha scudato e provocato il 9/8, sono riuscito a chiudere la partita.

Seconda Partita mirror di Secret Paladin
Un early game abbastanza bilanciato ha visto un suo Muster for Battle coinato di secondo seguito da un Haunted Creeper mentre io ho fatto Shielded Minibot e Muster for Battle. Nei successivi turni sono riuscito a prendere il soppravvento grazie a Keeper of Uldaman e Blessing of Kings per chiudere al turno 7.

Sesto Round vs vcT

Lineup: Priest Mage Warrior. Questo round era il primo Bo5.

Prima Partita Hunter vs Control Priest
Ha aperto con Zombie Chow, seguito da un Deathlord di terzo. Non ho mai pescato Hunter's Mark e sono stato pestato da un Deathlord buffato da Velen's Chosen.

Seconda Partita Hunter vs Patron
Unstable Ghoul e Frothing Berserker gli hanno permesso di controllare il board e al quinto turno è riuscito a fare 4 Grim Patron. L’ho mandato a 9 grazie ai danni che avevo in mano ma il suo successivo Armorsmith ha chiuso la partita.

Terza Partita Hunter vs Freeze Mage
Non sono riuscito a popolare come avrei voluto il board nei primi turni. Lui ha giocato Emperor Thaurissan in curva e Alexstrasza poco dopo. Dopo due Ice Block è riuscito a trovare abbastanza spari per uccidermi.

Post Mortem

La lineup di vcT era pensata per targettare pesantemente Secret Paladin ed evidentemente la cosa ha funzionato. Il fatto è che la sua lineup era favorita anche contro ogni altro mio deck e questo ha reso il sesto round una scalata quasi impossibile. Possiamo considerare questo torneo un fallimento? Come sostenevo prima, le lineup avversarie sono imprevedibili e non mi sento di considerare questo torneo un fallimento.
In un torneo di 7 round vi troverete sfavoriti in qualche match e avrete bisogno di essere un po’ fortunati oltre che ad usare la vostra abilità per poter vincere. Dato i risultati della mia lineup durante tutto il torneo posso dire di essere comunque soddisfatto.

Se potessi tornare indietro proverei Tempo Mage al posto di Zoo per avere qualche possibilità in più contro Freeze Mage. Non mi preoccuperei molto del matchup contro Warrior perchè sono abbastanza convinto che il numero di Warrior che ho incontrato in realtà fosse più alto della norma.

Come sempre, commenti all’articolo e al sito sono molto apprezzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *